Cafè d’autore: Pasta e cinema

Torna l’appuntamento con la rubrica Cafè d’autore, più in forma e appetitosa che mai.

Ho una vera e propria passione per gli abbinamenti: dai mix di cocktails e dischi, dolci e libri, fino a quelli tra cibo e film; ecco perché quando ho visto “Pasta e cinema” è stato subito amore.

Ecco un estratto dal libro di Gordiano Lupi e Patrizio Avella, Edizioni Il Foglio letterario – Piombino, giusto per capire di che pasta son fatti.

“Maccarone, m’hai provocato e io ti distruggo adesso, maccarone!

Io me te magno, ahmm!”

Quante volte abbiamo sentito questa battuta, immortalata in tutta Italia da magliette e poster, con l’immagine di Alberto Sordi che si abbuffava di fettuccine nel mitico film Un americano a Roma? Impossibile dirloEh sì, la pasta, lunga o corta, fresca o al sugo, persino in bianco, non è importante, è ormai entrata nella cultura nazionale diventando sinonimo di tradizione e italianità. Gli italiani nel mondo sono sempre stati conosciuti e definiti mangiamaccheroni. Pasta e Cinema ! Non solo, possiamo dire che un piatto di pasta è entrato prima nella letteratura e poi nel cinema offrendo il tema per molti capolavori…

E ora lascio la parola agli chef.

sordi maccheroni

Continua a leggere

Cafè d’autore: se fossi postumo sarei (Ba)ricco

Appena ho letto il titolo mi sono subito incuriosita: l’autore, Vincenzo Trama, è un un giovane scrittore milanese che sa bene cosa e come scrivere.

“Se fossi postumo sarei (Ba)ricco” , Edizioni Il Foglio Letterario, è un romanzo che nasce in periferia, dove la pianura si corrompe col cemento; il protagonista è un aspirante scrittore tenta di capire come poter diventare edito senza per questo chiedere un crowfunding tra i propri follower sostenuto da un decente hashtag. Lo guiderà in questa impresa Mombu, sedicente autore e critico contemporaneo con il vizio dell’insulto.

Tra un’ermeneutica e un Negroni, l’improbabile vicenda di due sognatori che scoprono il metodo infallibile per promuoversi nel magico mondo delle lettere: morire.

se fossi postumo sarei baricco

Continua a leggere

Cafè d’autore: nelle fauci del Mostro

Dopo oltre 30 anni il Mostro di Firenze continua a tormentarci. Il killer ha terrorizzato attraverso i media, ha osservato le sue vittime dalle pagine di un libro o dalle scene di un film. Ha preso a calci la spensieratezza di un’intera generazione, tra il 1968 e il 1985.

L’antologia Nelle fauci del Mostro, Istos Edizioni, a cura dello scrittore toscano Andrea Gamannossi, cuce l’ombra dell’assassino sulle nostre coscienze, e lo fa al ritmo di 10 racconti che mescolano le carte della storia e dei ricordi.

E se il Mostro fosse ancora tra noi?

mostro di firenze

Continua a leggere

Cafè d’autore: Racconti dall’ombra. Di zombie, di mostri e di altre sciocchezze

Questo mese torna a trovarci lo scrittore toscano Alessandro Ciampi, che è stato il primo protagonista della rubrica Cafè d’autore. Stavolta presenta il suo ultimo libro, una raccolta di racconti a tinte horror.

Grande appassionato di auto d’epoca e chitarrista country, ha pubblicato due thriller: La stella dei morti e L’inizio della fine (Massarosa, 2013). Curatore della collana “Progetto Pulsar”, per Carmignani Editrice.

alessandro ciampi autore

Continua a leggere

Cafè d’Autore: il sentiero delle foglie cadute

Questo appuntamento di Cafè d’Autore vede come protagonista una penna già nota ai lettori dello Ziggy’s Cafè: si tratta della scrittrice toscana Maila Meini, che ha firmato alcuni approfondimenti della nostra rubrica Scrittura a tu per tu.

Maila è anche lettrice vorace e poetessa: conta al suo attivo la pubblicazione di varie poesie e prose in varie antologie (San Vincenzo e poesia, 1982; Un mare di ricordi, 2007; Il Federiciano, 2009; Il vino e la sua magia, 2010) e di una silloge, Poco dopo l’’inizio della sera, nel 2013.

“Il sentiero delle foglie cadute”, pubblicato da Caosfera Edizioni, è il suo primo romanzo ed è la storia di una donna che non ha paura di guardarsi dentro, anche se è buio e fa paura. Vuole conoscere le sue ombre e cerca se stessa tra vecchi diari, colmi di pensieri, lettere e poesie.

maila meini

Continua a leggere

Strisciano sull’asfalto

Cafè d’autore è andato in letargo per un po’, ma non ha dormito. È rimasto nel buio, ha incontrato personaggi scomodi, ha lottato con le sue paure, e ne è uscito più carico che mai, con un nuovo appuntamento. Se sei facilmente impressionabile, mi dispiace, stavolta non fa per te. Se invece ami i sapori forti e ti piace correre sul filo del rasoio sporcandoti le mani, siediti qui con me, e ascolta.

“Strisciano sull’asfalto” uscirà entro la fine di giugno, a cura di Carmignani Editrice.

11 racconti di 11 ottimi scribacchini del panorama letterario indipendente italiano.

11 cocktail contenenti ¼ di Pulp, ¼ di Humor Nero, ¼ di Horror, ¼ di Splatterpunk e tutti ambientati a Never City, un’allucinante Las Vegas degli orrori.

strisciano-asfalto

Continua a leggere

Delitti tra le note

Il nuovo appuntamento di Cafè d’autore è all’insegna del giallo.

Delitti tra le note è una storia ben confezionata. È questo il primo commento a caldo che suscita la lettura del romanzo breve di Patrizia Rasetti. Ambientato a Valvata nel 1910, che l’autrice identifica con l’antica Cascina della provincia pisana, fa rivivere al lettore i bei vecchi tempi andati, quando in paese ci si conosceva tutti e le figure più influenti erano il prete, il maresciallo dei carabinieri, il medico, il farmacista, l’insegnante, il notaio, l’avvocato, qualche membro della vecchia nobiltà che forse aveva ancora il titolo ma non il patrimonio, e ancora qualche persona di spicco della nuova borghesia, o qualche “forestiero” che si era innamorato dei dolci pendii toscani, tutti personaggi, questi, che ritroviamo nella trama. Ed è proprio in questo piccolo borgo di provincia, in un clima da quadro impressionista, che si consuma l’efferato omicidio.

cop_delitti_tra_le_note

Continua a leggere

Un viaggio a Liverpool sulle orme dei Fab Four

Il primo appuntamento 2016 con Cafè d’autore è all’insegna della musica, e del viaggio. Si tratta di una storia che nasce da una grande passione, che va al di là dei confini del Belpaese.

“Sulle orme dei Fab Four”, dello scrittore toscano Marco Breschi, è una vera e propria mappa per scoprire i luoghi che hanno fatto la storia di intere generazioni.

Sei pronto per partire?

cavern liverpool

Continua a leggere

Cafè d’autore: 7 vizi per 7 capitali

Finiamo l’anno in bellezza: è tempo di bilanci e buoni propositi per il nuovo che verrà. Prima, però, è bene fare un esame di coscienza, navigare nell’errore per capire dove e come hai sbagliato. Oppure potresti leggere il libro di questo mese: “7 vizi per 7 capitali”, pubblicato dalla nostra Carmignani Editrice, ovviamente.

Sette vizi per sette capitali è un’antologia scomoda, perché è il riflesso di ciò che è capace di perpetrare l’essere umano quando si inasprisce il lato più recondito del suo esistere. Da qui nasce il vizio.

La parola ai due curatori: Andrea Falchi , della collana Profondo giallo, e Alessandro Ciampi, del Progetto Pulsar.

copertina 7 vizi per 7 capitali

Continua a leggere

Cafè d’autore: Ventiquattro ore pulp

Settembre è pulp qui allo Ziggy’s Cafè.

Questo mese presentiamo il giovane scrittore Stefano Rossi, che non è un Sig. Rossi così a caso, ma l’autore del romanzo “Ventiquattro ore“, pubblicato dalla nostra Carmignani Editrice nella collana Pulsar.

L’ho appena letto e mi è piaciuto moltissimo! Correvo anche io con la 24 ore insieme ai protagonisti.

È notte a Never City, nelle sue strade sporche e buie di periferia. Un uomo sconosciuto e oscuro, stremato, entra improvvisamente al Lione Pub con una pistola in mano annunciando che una misteriosa valigetta si aprirà scadute 24 ore, e in presenza di una sola persona. Poi si spara e stramazza al suolo, lasciando la ventiquattrore a terra. Tutti i presenti, uomini e donne, la vogliono, ma nessuno sa cosa contenga, perché il meccanismo per aprirla è sconosciuto. Cinque “mosche da bar” disposte a qualsiasi cosa pur di possederla si muovono come pedine in un macabro gioco dell’oca sullo sfondo di questa storia ON THE ROAD in bilico tra il PULP e il NOIR, affrontando situazione al limite del GROTTESCO e personaggi BIZZARRI come il Divoratore, i fratelli Cobra, il vecchio Ernest Cooter e molti altri ancora.

romanzo ventiquattro ore

Continua a leggere