Virtuale-Reale: dal cyberpunk al World Wide Web

Cos’è lo spazio virtuale? Ormai un luogo della quotidianità che ci appartiene e al quale apparteniamo. E’ la “Bibbia del Sapere”, tutta la realtà-totale (o quasi), ma anche un luogo di socializzazione con l’altro, dove poter essere chiunque, ma forse anche riuscire ad esprimere la parte più inconscia e profonda di sé.

Viene dunque da pensare, per associazione di idee, che lo spazio virtuale sia al contempo una rappresentazione del reale e l’espressione del nostro spazio interno.
All’interno di questa dimensione, è fondamentale il ruolo svolto dalla letteratura cyberpunk.
letteratura cyberpunk

Continua a leggere

DisGeneration

di Alessio Cattelan*

Sentivo al tg che Renzi è un nuovo modo di fare politica perché tiene le mani in tasca, ha il pc sempre acceso e scrive gli sms col pollice e non con l’indice.

È la nuova generazione della politica.

Leggevo Big Sur di Kerouac e ho trovato questa frase:

“Siamo tutti d’accordo che è troppo per poterci star dietro, che siamo circondati dalla vita, che non ce la faremo mai a capirla, così ci concentriamo a tracannare scotch dalla bottiglia e quando è vuota schizzo fuori dalla macchina a comprarne un’altra, punto.”

generazione y

Continua a leggere