Gente da reality

La Gente da Reality è sempre in onda, non guarda la televisione, è la televisione con il suo grande occhio a osservarla e ciò le basta per godersi i suoi secondi di notorietà.
Non parla se non c’è una telecamera a registrarne le battute, il resto del tempo trascorso nell’accogliente ecosistema che gli è stato riservato, lo impiega nella toelettatura e nelle funzioni corporee.

Gli ecosistemi della Gente da Reality variano a seconda della rete televisiva e dal ruolo sociale dei concorrenti: da una grande casa con tanto di tugurio finto, una fattoria super-accessoriata, fino a calde isole infestate da tante noci di cocco vuote.
Il successo e la notorietà nel mondo dello spettacolo durano quanto una bottiglia di whiskey di fronte ad un alcolizzato.

gente da reality show

Continua a leggere

Estate

UN’ESTATE D’ALTRI TEMPI

di Verusca Leonardi

Il sole che brucia sulla pelle, le risate dei ragazzi, le urla dei bambini e i battibecchi dei grandi che giocano a carte nascosti dagli ombrelloni. L’agognata estate con i gelati e i gialli di Agatha Crhristie era arrivata, cos’altro chiedere?

Era il luglio del 1969 e io avevo compiuto da poco undici anni. Un bel traguardo. Era quella fase in cui non ti senti più bambino, ma non ti puoi definire nemmeno ragazzo. Ricordo la frustrazione di sentirmi un ibrido.

estate

Continua a leggere

Gente da balera

Ecco un altro racconto tratto dal libro “Gente di un certo (dis) livello –  Manuale di sopravvivenza nella giungla metropolitana”.

La Gente da Balera abbraccia la vita con lucidi pantaloni di raso e abiti traboccanti di pailettes. Ha un’età indefinita, ma è sicuramente giovane dentro.
Le donne da Balera nascondono la propria carta d’identità come un tesoro, solo all’anagrafe sanno. Esse affermano infatti di avere 50 anni ormai da oltre una decade.
Gli uomini da Balera hanno invece, come tratto distintivo, i capelli tinti di un rosso rame tendente al ruggine, talvolta accompagnato da estrosi toupe’ ricci o leggermente ondulati.

Continua a leggere

Tipi da Ziggy’s: pause

Ciao a tutti amici dello Ziggy’s, questo mese non è venuto a farci visita nessun tipo da Ziggy’s, tra un uovo di Pasqua, un pic nic, lavori di troppo, sono stata molto indaffarata.

Mi scuso.

Non temete…il prossimo tipo da Ziggy’s verrà a farci visita a maggio…per il consueto appuntamento mensile.

 

STAY TUNED! 🙂

Post-it d’amore

Cara Alba,

il mio desiderio per te è un bue muschiato nell’ora della digestione. Se ne rimane sdraiato, con la pancia troppo piena per potersi alzare. Ha lo sguardo ebete di chi non si aspetta molto dalla vita, soprattutto dopo aver passato ben 12 anni con una come te.

elisir amoreSì, un bel bue muschiato, grasso, con gli occhi da imbecille, la pancia gonfia da obeso, il sederone pesante. Non ha proprio alcuna voglia di sollevarsi da terra.

Neanche dell’erba freschissima lo potrebbe convincere a muoversi di un solo millimetro, ha una valanga di cose sullo stomaco.

Resta immobile e attende la digestione, come un fatto naturale e ineluttabile, fantasticando su quanto materiale da concime produrrà tanto cibo. Grandi zotte, di forma e colori cangianti, dal cioccolato al caffè, virando verso il ruggine e il beige. Ha mangiato proprio roba di qualità.

Il mio desiderio per te, è un bue muschiato che non riesce proprio a digerire, o forse non ne ha troppa voglia, se ne sta così bene, sospeso in quel limbo di succhi gastrici e rumori intestinali.

No, non ne vuole proprio sapere di alzarsi.

Tuo per sempre.

M.